Aziende: Interventi di garanzia per gli investimenti

Negli articoli precedenti   Aziende: Interventi di garanzia per la liquidita’ e

Alcuni Interventi di garanzia per la liquidita’ delle imprese

abbiamo visto l’esempio di alcuni interventi che stanno facendo le Regioni per contrastare la forte crisi economica finanziaria che ci ha  colpito  ed in particolare è stata presa in esame la Toscana

Si chiude l’argomento con l’elenco di chi puo’ accedere alle garanzie.

garanzia-finanziamenti

Possono accedere alla garanzia le piccole e medie imprese  che effettuino l’intervento nella Regione Toscana ed operino nei settori dell’ industria,  del commercio,  del turismo,  dei servizi e  dell’ artigianato. I parametri da rispettare sono gli stessi previsti per gli interventi di garanzia sulla liquidità.

I progetti di investimento possono riguardare:
– creazione di nuovo stabilimento o estensione di uno esistente;
– diversificazione produttiva;
– trasformazione del processo produttivo;
– servizi di consulenza o partecipazione a fiere;
–    ricerca, sviluppo e innovazione.

Gli investimenti ammissibili sono esclusivamente quelli iniziati successivamente alla data di presentazione a Fidi Toscana della richiesta di garanzia.
La Garanzia a prima richiesta è rilasciata per un importo massimo non superiore al 80% dell’importo di ciascun finanziamento, leasing o prestito partecipativo.
L’importo massimo garantito è fissato in Euro 500.000,00 per singola impresa.

E tu cosa ne pensi ?  Lascia un tuo commento

A cura di Dott.ssa Gervasi Alessandra

Ufficio Finanziamenti agevolati Plan Consulting

Clicca per essere indirizzato alla pagina di iscrizione gratis alla ns. newsletter esclusiva per le imprese Toscane

Per ricevere le nostre  novità e gli aggiornamenti generali   iscriviti alla ns. newsletter

Per rimanere aggiornato con questo blog iscriviti ai Feed RSS

Share

One comment

  1. Gian Piero Turletti

    Un primo passo di un certo rilievo, sicuramente importante per un serio tentativo di rilancio economico, in ambito regionale, ma ancora insufficiente, se finalizzato ad un obiettivo di più generale rilancio economico.
    Speriamo, quindi, che si tratti non di un punto di arrivo, ma solo di partenza.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I link nei commenti potrebbero essere liberi dal nofollow.