Come controllare la programmazione e l’avanzamento di una commessa

Lo scopo di questo articolo e quello di sensibilizzare anche le piccole imprese che lavorano su commessa a fare programmazione utilizzando anche dei semplici diagrammi che possono aiutare nel controllo dell’avanzamento lavori. Insieme alla preventivazione economica su una commessa, è infatti  molto importante la programmazione a livello di tempo dei lavori .

Per questo fine può essere utile il diagramma di Gantt .

Il Diagramma di Gannt così come definito in wikipedia.org è uno strumento di supporto alla gestione dei progetti, così chiamato in ricordo dell’ingegnere statunitense che si occupava di scienze sociali che lo ideò nel 1917, Henry Laurence Gantt”


Questo tipo di  rappresentazione grafica è molto utile per visualizzare in modo semplice le diverse attività, mettendo in chiaro la durata e l’avanzamento di un progetto. Il diagramma può essere anche integrato con altre informazioni, quali per esempio la percentuale di compimento delle attività .

Il controllo continuo dell’avanzamento dei lavori , permette di avere dati a consuntivo su quanto già fatto e induce a metodiche previsioni sul rispetto dei tempi di consegna portando anche a individuare le azioni correttive necessarie per rimanere negli obiettivi preventivati .

Come si possono misurare tali correttivi?

Per esempio tramite alcuni indicatori che determinano l’avanzamento dei lavori come il numero di attività eseguite ,ultimate e non , oppure indici che specificano la quantità di materie e le ore di manodopera impiegate nelle commesse. Spesso la scelta del parametro o parametri da utilizzare ,va in base alla caratteristica del tipo di produzione della commessa .

Nel caso in cui si ha una produzione dove è determinante la manodopera  col diagramma di Gannt si può paragonare il consuntivo con il preventivo (così come risulta nell’immagine sopra) .

Si desumerà inoltre come sta andando la commessa e se è necessario riprogrammare le tempistiche per rimanere nell’obiettivo preventivato inizialmente.
==============================================================

Per ricevere le nostre novità e i nostri aggiornamenti  iscriviti alla newsletter di PlanConsulting.it

Per rimanere aggiornato con questo blog iscriviti ai Feed RSS

E tu cosa ne pensi ? Lascia il tuo commento

===========================================

Ti è interessato questo articolo?

Ricevi i continui aggiornamenti sulla gestione aziendale Iscrivendoti gratuitamente alla nostra Newsletter

Iscriviti subito e ricevi anche un Omaggio

Nome:
Email:
Rispettiamo la tua privacy e detestiamo lo spamming quanto te: il tuo indirizzo non sarà comunicato, ceduto o prestato a NESSUNO. Ogni e-mail di aggiornamento conterrà un link da cui potrai cancellarti facilmente e con un solo click.
Consenso al trattamento dei dati personali e sensibili ai sensi del T.U. Privacy (D.Lgs. 196/03).

===========================================
Diventa Fan su Facebook alla ns. pagina “Mondo d’impresa “

Share

5 comments

  1. Gian Piero Turletti

    Le tecniche di project management hanno consensitito indubbi vantaggi nella gestione di commesse anche complesse, comprensive di sub forniture e sub sub forniture.
    Quella di Gantt è una delle possibili tecniche, all’epoca di natura essenzialmente grafica.

    Gli sviluppi tecnologici hanno quindi visto assurgere le problematiche di project management all’ordine del giorno e, senza di esse, sarebbe indubbiamente risultato molto difficile la preventivazione e la correzione di progetti realizzativi in corso.

    In tal senso, si sono sviluppati grafici a diagramma anche molto compessi, ed algoritmi di analisi e gestione progetti implementati su specifiche piattafrome software.
    Ancora una volta, tali sviluppi hanno avuto una prima genesi da commesse di tipo militare, e poi, gli istituti ed enti specializzati, hanno provveduto ad applicare tali tecniche anche in ambito civile.

    Da osservare, peraltro, che non solo il tradizionale grafico di Gantt, ma anche tecniche più evolute, come il Pert, si sono già sostituite con tipologie di analisi e gestione sempre più articolate e complesse, praticamente basate, le più innovative, su formulazioni proprietarie, e come tali ancora non divulgate, nella loro formulazione algoritmica.

    Del resto, una materia come l’organizzazione aziendale, ed in particolare quanto riconducibile a tempi e metodi di lavoro, è probabilmente una di quelle che ha conosciuto maggior modifiche nel tempo, nell’ambito generale delle problematiche d’impresa.

  2. Patrizio Gatti

    Ciao Gian Piero, tu citi il PERT , effettivamente avrei potuto inserirlo o quantomeno citarlo nell’articolo ,ma non l’ho fatto appositamente ,perchè nonostatante la sua indiscussa validità l’ho visto applicare ben poco nelle piccole imprese . Ho visto invece utilizzare spesso il diagramma di Gannt.

    I reticoli PERT spesso vengono utilizzati da chi ha una struttura più complessa quindi di solito imprese medio grandi .
    In ogni caso sono due strumenti utili e validi che l’azienda può utilizzare a seconda delle sue esigenze come meglio crede .
    Cosa importante però che li utilizzi per ottimizzare le sue programmazioni.
    ciao Patrizio

  3. umberto

    Gannt e Pert si possono utilizzare molto bene con un applicazione microsoft che è il Project per window; si possono fare anche dei (semplici) programmi di controllo della produzione, utili soprattutto nelle piccole imprese che non hanno o non possono permettersi gestionali piu’ sofisticati; complimenti per l’articolo e il commento…..

  4. Patrizio Gatti

    Ciao Umberto grazie per il commento e benvenuto su questo blog. Sicuramente come suggerisci tu gli strumenti messi a disposizione da Microsoft sono molto validi e posson essere d’aiuto alle PMI.

    PS: ho visitato il tuo blog. Davvero Niente male direi.
    ciao Patrizio

  5. Pingback: Sprechi aziendali : perche’ non misurarli e combatterli??? | Plan Consulting di Patrizio Gatti

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I link nei commenti potrebbero essere liberi dal nofollow.