Project Control : Come calcolare alcuni indici per il Controllo delle Commesse e dei Progetti

project-control-controllo-di-gestione-controllo-progetti-earned-value_e

Dopo il post precedente nel quale si introduceva lo scostamento dei progetti o commesse, da verificare con il metodo dell’Earned Value ,vorrei continuare con il calcolo di due indicatori importanti per tale metodologia.

Indice delle prestazioni nei tempi o indice di produttività , ottenuto dal rapporto tra Earned Value e preventivo, e rappresentativo del rapporto tra le quantità di lavoro fatte e quelle preventivate alla data attuale;

 

  •  SPI (Schedule performance index)= BCWP/BCWS

 

Indice delle prestazioni nei costi ,ottenuto dal rapporto tra Earned Value e Costo Attuale e coincide con il rapporto tra i costi unitari consuntivi e standard di previsione.

 

  • CPI(Cost performance index)= ACWP/BCWP

 

Per finire quindi

 

  • Se CPI è maggiore di 1 il lavoro eseguito è costato di più , se CPI è minore di 1 invece è costato di meno

 

  • Se SPI è maggiore di 1 si sono allungati i tempi dell’esecuzione del progetto , mentre se SPI è minore di 1 sono stati diminuiti i tempi , perciò l’azienda è stata efficiente.

 

La gestione delle commesse o progetti non finisce nell’analisi degli scostamenti, ma è importante invece definire il controllo sulla conclusione del progetto sia per i tempi che per i costi.

 

Project-Control-Project-Management-Controllo-DI-Gestione

 

 

Occorre essere in grado di fare una nuova stima delle variabili dei tempi e dei costi al compimento della commessa o progetto, per stimare se gli scostamenti possono essere  attendibili.

La proiezione avviene separatamente per tempi e costi .

– si prolunga la curva dell’ Earned Value fino al raggiungimento del costo totale preventivato al completamento della commessa,  sulla base dell’indice di efficienza calcolato per i tempi;

– si calcola il  costo attuale  (C.A.) dividendo gli Earned Value precedentemente calcolati per l’efficienza nei costi prevista.

Si presenteranno delle variabili : per esempio, se si ritiene necessario rispettare i tempi e quindi recuperare l’attuale ritardo, sarà possibile allocare alle attività residue più personale o lavorazioni esterne con un conseguente e possibile aumento di costi rispetto al budget.

Quindi è opportuno evidenziare che per l’utilizzo di tali metodologie, è importante integrare le abituali tecniche di controllo gestione con tecniche che si basano sulla segmentazione ad hoc delle attività e sull‘integrazione tempi-costi.

Fonti:
-IL CONTROLLO DEI TEMPI E DEI COSTI NELLE ATTIVITA’ PER COMMESSA
di Muratori Fabio – Amministrazione & Finanza-1989
-EARNED VALUE: UN INVESTIMENTO A BUON FINE SULLA PERFORMANCE DEI PROGETTI-
A cura di Flavio De Trane- Osservatorio It Governance

 

Per rimanere aggiornato con questo blog iscriviti ai Feed RSS

E tu cosa ne pensi ?

Lascia il tuo commento

============================================================================================






Ti è interessato questo articolo?



Ricevi i continui aggiornamenti sulla gestione aziendale  Iscrivendoti gratuitamente alla nostra Newsletter

Iscriviti subito e ricevi un ebook  Omaggio


Ogni e-mail di aggiornamento conterrà un link da cui potrai cancellarti con un solo click.(Vedi le condizioni sulla Privacy )
Consenso al trattamento dei dati personali e sensibili ai sensi del T.U. Privacy (D.Lgs. 196/03).

============================================================================================

Clicca su “mi piace per entrare nella pagina Facebook :”Controllo di Gestione Turbo”

Diventa Fan su Facebook alla ns. pagina “Mondo d’impresa “

Share

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I link nei commenti potrebbero essere liberi dal nofollow.