Riorganizzazione e miglioramento: Piccola Azienda.Rispetto norme di sicurezza.II^ parte

Riprendiamo l’ intervento tipo analizzato nell’ articolo precedente puntando questa volta l’ attenzione sulla dimensione sicurezza.

La sicurezza sul posto di lavoro rappresenta un valore prioritario ed irrinunciabile, un diritto per il lavoratore ed un’ interesse per l’ impresa.

Adeguarsi alla normativa sulla sicurezza per l’ impresa non è solo doveroso ma è anche conveniente in termini di costi….si pensi ai cosiddetti “costi sociali”, costi ad esempio per giornate perse, cure mediche, risarcimenti, premi assicurativi per infortuni ……

Spesso anche se l’ azienda è in regola con la normativa, è necessario attivare azioni di implementazione del sistema in particolare verificare come è stata attuata la procedura di formazione dei lavoratori, il loro grado di apprendimento ed il loro coinvolgimento alle fasi di individuazione, valutazione e gestione dei rischi.

Quando si effettua una valutazione di rischio sul lavoro il sistema più rapido e sicuro è quello di rivolgersi direttamente ai lavoratori interessati.
I dipendenti sono in grado di richiamare l’attenzione su alcuni pericoli che, per la loro stessa natura, risultano di difficile identificazione.

Problemi che possono derivare ad esempio dall’organizzazione del lavoro, dal tipo di attività svolte o dalle caratteristiche del posto di lavoro. Aspetti questi che talvolta si prendono per scontati.

I dipendenti possono porre in rilievo il fatto che il modo in cui si presenta il lavoro comporta varie difficoltà o perché è troppo rapido e quindi comporta stress, oppure perché il lavoratore deve adottare una posizione scomoda e innaturale che alla lunga gli causerà dolori acuti e lesioni derivanti da sollecitazioni ripetute.
Dall’ analisi svolta è emerso un dato importante.

Nonostante l’ azienda fosse in regola con la normativa vigente, alcuni dipendenti non percepivano bene la sicurezza in azienda.

Dato assai curioso, se si pensa ai corsi di formazione a cui sono sottoposti per legge i dipendenti. Probabilmente non era stata attuata bene la procedura di formazione o più semplicemente non si era verificato il grado di apprendimento e coinvolgimento dei lavoratori.

Inutile fare le cose tanto per fare, solo perché imposte dalla legge….occorre farle bene soprattutto se in gioco c’ è la salute e la sicurezza.

L’ azienda si è immediatamente attivata con azioni di implementazione del sistema sicurezza…..un ambiente di lavoro sano e sicuro è un aspetto fondamentale che si riflette in termini economici sull’ azienda stessa.

Se non ci fosse stata l’analisi probabilmente  questo aspetto non sarebbe emerso !!!

Per rimanere aggiornato con questo blog iscriviti ai Feed RSS

E tu cosa ne pensi ? Lascia il tuo commento

A cura di Dott.ssa Alessandra Gervasi Ufficio Finanziamenti Plan Consulting

===========================================

Ti è interessato questo articolo?

Ricevi i continui aggiornamenti sulla gestione aziendale Iscrivendoti gratuitamente alla nostra Newsletter

Iscriviti subito e ricevi anche un Omaggio

Nome:
Email:
Rispettiamo la tua privacy e detestiamo lo spamming quanto te: il tuo indirizzo non sarà comunicato, ceduto o prestato a NESSUNO. Ogni e-mail di aggiornamento conterrà un link da cui potrai cancellarti facilmente e con un solo click.
Consenso al trattamento dei dati personali e sensibili ai sensi del T.U. Privacy (D.Lgs. 196/03).

===========================================


Diventa Fan su Facebook alla ns. pagina “Mondo d’impresa “

Share

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I link nei commenti potrebbero essere liberi dal nofollow.