Il Tirreno, 17 aprile 2004 "Dibattito all'Api sul sistema bancario"


Svolto all'API il seminario "Basilea II e le piccole e medie imprese" promosso dall'associazione, relatore il consulente di direzione aziendale Patrizio Gatti, legale rappresentante della Plan Consulting S.a.s.
"Dobbiamo prima comprendere - ha detto il relatore - come e cosa pensa il sistema bancario e poi lavorare per migliorare il rapporto tra impresa e banca, perché l'intenzione dell'accordo di Basilea non è di erogare meno credito ma di 'erogarlo meglio'.".
L'innovazione portata dal nuovo accordo ricade su tutta la governance dell'azienda.
Infatti la banca sembra dover guardare anche ai progetti e non solo alle garanzie e valutare l'impresa secondo determinati parametri oltre ai soliti indici di bilancio quali la capacità storica e futura di generare liquidità, e contribuendo pertanto a sviluppare un nuovo modello di management orientato alla pianificazione e al controllo di gestione.
"Le banche hanno cominciato a dotarsi di rating perché devono avere almeno tre anni di 'allenamento' prima dell'avvio nel 2007 dei nuovi parametri imposti dall'accordo Basilea 2.".
A termine del seminario il Direttore dell'API, Ernesto Gasperini, ha commentato: "Le imprese della nostra zona hanno un'opportunità da cogliere: Basilea 2 deve essere vista come uno stimolo al miglioramento ed è per questo motivo che l'API assiste i propri associati offrendo servizi che rendano indolore il passaggio a Basilea 2".

 

La Nazione, 26 aprile 2004 "Nuove norme per l'accesso al credito"

MASSA _ Nella sede dell'API si è svolto il seminario "Basilea II e le piccole e medie imprese", relatore il consulente di direzione aziendale Patrizio Gatti (Plan Consulting S.a.s).
Molti gli imprenditori presenti e interessati alle nuove prospettive di accesso al credito che Basilea 2 impone alle banche ed alle imprese. "Dobbiamo prima comprendere - ha detto il relatore - come e cosa pensa il sistema bancario e poi lavorare per migliorare il rapporto tra impresa e banca, perché l'intenzione dell'accordo di Basilea è di erogare meglio il credito.".
La discussione si è vivacizzata al momento degli esempi pratici di come i costi bancari rischiano di lievitare con il nuovo accordo nel caso di un'impresa valutata in classi di rating medio - bassi: "Se un'azienda va spesso in extrafido, - ha spiegato Gatti - questa situazione viene conosciuta dalla Centrale Rischi e dall'intero sistema bancario, e pertanto peggiora il suo rating pregiudicando il proprio accesso al credito ed il costo del denaro."
L'innovazione portata dal nuovo accordo ricade su tutta la governance dell'azienda dato che "la banca sembra dover guardare anche i progetti e non solo le garanzie" e "valutare l'impresa secondo determinati parametri oltre ai soliti indici di bilancio, quali la capacità storica e futura di generare liquidità, contribuendo pertanto a sviluppare un nuovo modello di management orientato alla pianificazione e al controllo di gestione. Le banche hanno cominciato a dotarsi di rating perché devono avere almeno tre anni di 'allenamento' prima dell'avvio nel 2007 dei nuovi parametri .". E le imprese? "Devono conoscere il proprio rating e lavorare per migliorarlo già da ora".
A termine del seminario il Direttore dell'Api, Ernesto Gasperini, ha commentato: "Le imprese della nostra zona hanno un'opportunità da cogliere: Basilea 2 deve essere vista come uno stimolo al miglioramento ed è per questo motivo che l'Api offre agli associati servizi che rendano indolore il passaggio".

 Plan Consulting  di Patrizio Gatti
Studio di Consulenza Aziendale & Finanziaria
Via Delle Mura Nord ,10- 54100- Massa (MS)  -  ITALY
Tel.: 0585.811981  -  Fax: 0585.886957
P.IVA:01001050457
@ info@planconsulting.it@
© Copyrights © 2000-2008 Patrizio Gatti