Servizi consulenza aziendale

Auguri di Buon Natale 2014

Buon-Natale-blog-Controllo-di-Gestione-Aziendale

Ormai è diventata per me una tradizione farTi gli auguri tramite questo blog anche se qui  di solito si parla di controllo di gestione aziendale .

Sarà una mia impressione ma ho notato che molte persone quest’anno hanno poca voglia di fare auguri e anche a volte di riceverli.
In giro c’è tensione, timore di affrontare nuove sfide e delusione. Forse sarà la situazione economica finanziaria preoccupante che sembra non migliorare .

Share
Read More

Il Blog sul controllo gestionale di Plan Consulting cambia veste, e gli articoli con storie vere continueranno….

_cambiamento-controllo-gestionale.

“Non sempre cambiare equivale a migliorare, ma per migliorare bisogna cambiare”
Winston Churchill

Caro amico/a che segui il blog,  ,innanzitutto Ti voglio ringraziare per essere qui a leggere ciò che scrivo.

Ti volevo dire che in questo ultimo mese di agosto 2014 ho cambiato il tema del blog ed ho rinnovato il sito www.planconsulting.it/ .

Ad oggi che ti scrivo non è ancora terminata “l’opera di ristrutturazione”, ma già si comincia a vedere qualche risultato.

 

Share
Read More

Finanziamenti Agevolati per Imprese :a volte e’ meglio dire no al cliente !!!

Pratica di finanziamento Si….pratica di finanziamento NO….?

Oggi  vorrei riportare il caso reale di un’ impresa che si è rivolta al nostro Studio per valutare insieme al nostro esperto la fattibilità di una pratica di finanza agevolata.

Nello specifico il cliente era interessato al Bando della Regione Toscana in scadenza al 31.12.2010 – Finanziamento a tasso zero che consente di agevolare fino al 60% programmi di investimento innovativi presentati dalle PMI industriali, artigiane e cooperative.

Come nostra consuetudine, nel valutare la fattibilità di una pratica di finanziamento, siamo molto attenti e scrupolosi a verificare che tutti i requisiti richiesti siano rispettati.

Share
Read More

Programma AR.CO:prorogati termini per i Contributi a fondo perduto per l’inserimento occupazionale per PMI!

Programma AR.CO….prorogati i termini per i contributi per l’ inserimento occupazionale !!!


Ritorniamo sul Programma AR.CO un’opportunità da non perdere per le Aziende che hanno le caratteristiche per accedervi.

Infatti è  stato prorogato al 31 marzo 2011 il bando finalizzato alla concessione di contributi per l’inserimento occupazionale a favore di micro e piccole imprese dell’artigianato e del commercio (turismo).

I contributi verranno concessi per le seguenti tipologie di assunzioni:

Share
Read More

BASILEA 3: arriva in un momento sbagliato? “Non ha i tempi giusti” !!

Sempre monitorando ciò che accade in relazione a Basilea 3 possiamo avere un’idea , oppure confonderci sempre più,  leggendo i vari interventi dei Personaggi di spicco del Mondo Bancario :

Share
Read More

Come non fare diventare sproporzionato il Magazzino di un negozio!!!

Come non aumentare il valore del Magazzino


Alla fine di febbraio 2010 è venuta da me una giovane commerciante che dopo anni   di attività ,un negozio di articoli  vari e per la casa, mi dice che  non riesce a diminuire lo scoperto di conto corrente anzi il suo fabbisogno di finanziamenti aumenta costantemente.

Share
Read More

Rinnovato il blog Plan Consulting di Patrizio Gatti sul controllo aziendale !

Ciao , è da tempo che desideravo cambiare l’aspetto del mio blog, ed ora, grazie all’aiuto del mio amico Massimo Previato Consulente Informatico sono riuscito nell’impresa.

Il blog era nato con un tema WordPress  gratuito in maniera più che dilettantistica .

Visto però ,anche grazie a TE ,  il continuo e costante  aumento di visitatori giornalieri  ho chiesto a Massimo se mi aiutava a   dare al blog un aspetto piu’ professionale, con colori piu’ tenui e gradevoli, diminuendo nel frattempo  il numero di elementi presenti nelle pagine!

Share
Read More

Fino a che punto l’azienda puo’ ridurre i prezzi di vendita nelle commesse?

E’ sempre esistita la domanda per chi vende su commessa se, e fino a quanto si possono ridurre i prezzi delle commesse.

In questi periodi di crisi economica finanziaria per certi settori aziendali dove la concorrenza è talvolta spietata, è diventata una domanda di routine .

Come ottenere il limite al di sotto del quale è MEGLIO NON SCENDERE , limite sotto il quale  non è conveniente andare , né da un punto di vista economico, né da un punto di vista strategico??

Share
Read More

Banche Italiane:I costi piu’ alti in Europa!! Ora Nel mirino dell’Ue?

E’ interessante apprendere questa notizia. “Banche italiane nel mirino dell’Ue”

banche-condizioni-mirino-unione-europea

“(ANSA) www.ansa.it – BRUXELLES, 17 SET – Banche italiane nel mirino della Commissione Ue assieme a quelle di Francia, Spagna e Austria. Martedi’ la commissaria ai Consumatori, Meglena Kuneva, presentera’ un rapporto che punta il dito contro la poca trasparenza e i costi piu’ alti d’Europa degli istituti di credito dei quattro Paesi. Secondo gli esperti della Commissione, le banche tendono a nascondere i costi.

A mio giudizio la crisi alcuni gruppi bancari in parte l’hanno superata per l’intervento dello Stato , e  purtroppo  in molti casi, nonostante l’Euribor è arrivato ai minimi storici , hanno continuato ad applicare  tassi alti soprattutto ai clienti più deboli .

La giustificazione???

Share
Read More

Come fare per valutare i costi collegati al cliente?

E’ importante  valutare la  redditività per cliente ?

profitto-redditivita-cliente-azienda

La scorsa settimana mi hanno presentato due giovani impiantisti  i quali,  3 anni fa  , hanno creato una piccola  società di impianti meccanici che lavora  per pochi clienti  su  commessa.

Mi hanno chiamato poiché in banca non riuscivano a risalire in positivo nel conto corrente e quindi si chiedevano se guadagnavano abbastanza oppure no.

Ho fatto una chiacchierata con loro e mi sono fatto dire  come gestivano gli acquisti, le vendite, e il ciclo finanziario.

Bene ,  per non dilungarmi ,dopo aver fatto una breve analisi ,  una delle problematiche riscontrate, senza entrare nel merito del ciclo finanziario,  era che i due giovani non avevano  margini a sufficienza per coprire i costi fissi  .

Per questo la piccola azienda avrebbe raggiunto il punto di pareggio gli ultimi giorni dell’anno  rischiando di andare nell’anno successivo se qualcosa fosse andato storto in riferimento alle previsioni  .

Essi non avevano un controllo gestionale e  di conseguenza non si rendevano conto quale fosse il cliente che non gli rendeva il margine necessario.

Share
Read More