Banche: Ma come? Ancora corsa ai Rincari ? E l’Indice Sintetico di Costo annuo?

Banche……ancora  la corsa ai rincari ???

Da quando la Banca d’ Italia ha obbligato gli istituti di credito a mettere a fianco di ogni conto corrente l’ Isc è ricominciata la corsa ai rincari…

Ma cos’è l’ Isc?

L’Isc, acronimo di Indice Sintetico di Costo annuo, è un importante strumento che consente al consumatore di verificare il costo indicativo annuo del conto corrente, espresso in euro.

Lo si trova nel foglio informativo e nel documento di sintesi periodico.
Grazie all’Isc è più facile ed immediato confrontare i costi dei conti correnti tra le diverse banche.

Il consumatore, nel momento in cui si trova ad aprire un nuovo conto corrente, potrà scegliere quello per lui più conveniente e rispondente alle proprie esigenze.
Con l’ abolizione dei giorni valuta, in particolare sui bonifici, e la maggiore trasparenza voluta dalla Banca d’ Italia con l’ Isc, le banche hanno  ricominciato ad alzare le commissioni…..che probabilmente aumenteranno ancora di più con Basilea 3.
Sono aumentate le commissioni sui prelievi, sui pagamenti ( bonifici, utenze, bollette), anche su operazioni finora a costo zero, come domiciliazione e ordine ripetitivo.

Alcune banche per i bonifici via Internet che prima erano gratuiti adesso applicano  una commissione.

Da una recentissima analisi ripresa da “Il Corriere della Sera” riportiamo due tabelle che mettono a confronto le condizioni di sei diverse banche ( Intesa Sanpaolo, Unicredit, MPS, BNL,BPM, UBI) e le relative variazioni intervenute da maggio a settembre.

Dall’ analisi risulta che ad aumentare sono stati soprattutto MPS e Unicredit e a farne le spese soprattutto pensionati con operatività media e famiglie…..è come se le banche volessero recuperare i maggiori costi sostenuti per la trasparenza! Le banche più virtuose Intesa Sanpaolo e Popolare Milano che hanno lasciato invariato l’Isc; Bnl lo ha addirittura abbassato.

Il bello di questa storia è che l’Isc è nato a vantaggio dei consumatori e consente di confrontare davvero i costi bancari quindi in qualsiasi momento i clienti possono cambiare banca.

( Fonte: il Corriere della sera)

Per rimanere aggiornato con questo blog iscriviti ai Feed RSS

E tu cosa ne pensi ? Lascia il tuo commento

A cura di Dott.ssa Alessandra Gervasi Ufficio Finanziamenti Plan Consulting

===========================================

Ti è interessato questo articolo?

Ricevi i continui aggiornamenti sulla gestione aziendale Iscrivendoti gratuitamente alla nostra Newsletter

Iscriviti subito e ricevi anche un Omaggio

Nome:
Email:
Rispettiamo la tua privacy e detestiamo lo spamming quanto te: il tuo indirizzo non sarà comunicato, ceduto o prestato a NESSUNO. Ogni e-mail di aggiornamento conterrà un link da cui potrai cancellarti facilmente e con un solo click.
Consenso al trattamento dei dati personali e sensibili ai sensi del T.U. Privacy (D.Lgs. 196/03).

===========================================


Diventa Fan su Facebook alla ns. pagina “Mondo d’impresa “

Share

2 comments

  1. daniela

    ciao, mi sembra molto interessante questo articolo.. volevo consultare la tabella ma l’immagine è troppo piccola..

    comunque complimenti per il blog
    ciao
    daniela

  2. Patrizio Gatti

    ciao Daniela , innanzitutto grazie per il commento ed i complimenti per il blog. Hai ragione l’immagine rimane troppo piccola, puoi provare a scaricarla ed ingrandirla con lo zoom rimane comunque sfuocata .

    Spero comunque che in questo blog tu possa trovare alcune informazioni utili per Te.
    Ciao Patrizio

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I link nei commenti potrebbero essere liberi dal nofollow.