Commissioni bancarie costeranno meno? Bella notizia! Ma dopo non si inventeranno mica altre spese?

Bancomat ,  Rid  , Spese RI.BA costeranno meno…..possibili risparmi per i clienti ???

Si spera che questo accordo venga rispettato , anzi… sicuramente verrà rispettato !

Ma le Banche si inventeranno altre commissioni per riguadagnarci  quanto perduto da questo accordo?

Abbiamo già visto cosa è successo con la Commissione di Massimo scoperto , tante aziende ne sono ancora scottate .

Ora comunque diamo spazio alla Buona Notizia lascio quindi spazio al Post di  Alessandra.

Ciao Patrizio Gatti:

====================================================================

Grazie all’accordo tra l’ ABI, l’ Antitrust e il Consorzio Bancomat, le commissioni tra banca e banca costeranno meno.

Sono in arrivo, infatti, tagli a commissioni interbancarie per Bancomat, PagoBancomat, Rid (Rapporti interbancari diretti) e pagamenti con ricevuta bancaria.

L’ accordo riguarda solo i rapporti tra le banche ma questo potrebbero incidere sulle condizioni economiche praticate alla clientela finale. Le riduzioni saranno comprese tra il 3% e il 36%.

In particolare, la commissione interbancaria PagoBancomat scende di oltre il 4% sul valore della transazione media; la commissione per i prelievi presso gli sportelli Bancomat si riduce del 3,4% (dal 0,58 a 0,56 euro); la commissione interbancaria Rid viene tagliata del 36%, scendendo a 0,16 euro.

La commissione per il Rid veloce scende da 0,35 a 0,26 euro a operazione. Infine, la commissione RiBa per disposizione di incasso viene ridotta di quasi il 20%, da 0,57 a 0,46 euro. A partire dall’ 1 novembre 2012, la commissione interbancaria sul Rid sarà azzerata, in linea con l’evoluzione europea.

Per il “mondo banche” notizie positive ma per i clienti? Al riguardo molto scetticismo.

Ci si auspica che le banche trasferiscano questi tagli sui correntisti portando vantaggi, in termini di risparmio, al cliente finale ma sappiamo che difficilmente avverrà e anche se lo facessero, come sempre,  compenserebbero le riduzioni introducendo nuove commissioni a carico dei consumatori o rincarando quelle già esistenti…

( Fonte: Il sole24ore.it)

Per rimanere aggiornato con questo blog iscriviti ai Feed RSS

E tu cosa ne pensi ? Lascia il tuo commento

A cura di Dott.ssa Alessandra Gervasi Ufficio Finanziamenti Plan Consulting

===========================================

Ti è interessato questo articolo?

Ricevi i continui aggiornamenti sulla gestione aziendale Iscrivendoti gratuitamente alla nostra Newsletter

Iscriviti subito e ricevi anche un Omaggio

Nome:
Email:
Rispettiamo la tua privacy e detestiamo lo spamming quanto te: il tuo indirizzo non sarà comunicato, ceduto o prestato a NESSUNO. Ogni e-mail di aggiornamento conterrà un link da cui potrai cancellarti facilmente e con un solo click.
Consenso al trattamento dei dati personali e sensibili ai sensi del T.U. Privacy (D.Lgs. 196/03).

===========================================


Diventa Fan su Facebook alla ns. pagina “Mondo d’impresa “

Share

2 comments

  1. Federico

    Gli articoli da un mesetto a questa parte danno un messaggio chiaro: piú vantaggi per le banche, meno credito alle imprese. Basilea 3 non ha deluso le aspettative, almeno le mie (pessimistiche). Mi chiedo se veramente ci sia intenzione di favorire la ripresa.
    Complimenti per il blog molto interessante, l’ho aggiunto ai miei segnalibri.

  2. Patrizio Gatti

    Grazie Federico per il commento e i complimenti al blog.
    La preoccupazione delle imprese è propio quella che dici tu cioè che questa rigidità del sistema bancario porti ancora di più ad un restringimento del credito a chi è più debole finanziariamente e quindi di solito ai piccoli .
    Questo sembra però mitigato dal fatto che le nuove normative avranno tempi lunghi per andare a regime.
    Ciao Patrizio

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I link nei commenti potrebbero essere liberi dal nofollow.