Come valutare se richiedere la moratoria dei debiti bancari conviene alla tua azienda!

Ieri mattina ho incontrato un amico ,  direttore amministrativo  di una piccola impresa ;

debiti-bancari-mutui-moratoria-sospensione-debiti

Siamo andati insieme al bar a prendere un caffè  ed abbiamo cominciato a parlare, di difficoltà che hanno le PMI per accedere al credito , di rating e Basilea 2 ed abbiamo finito col  parlare di “Moratoria  dei debiti bancari” .

A questo punto   gli ho chiesto se  Lui avesse pensato di fare richiesta alla Banca per spostare i finanziamenti in corso  per ulteriori 12 mesi.

Egli  mi ha risposto che ha già fatto la valutazione con la Banca ma che è indeciso se andare avanti .

La sua impresa   ha un mutuo  acceso a gennaio 2008 ed il beneficio  per quanto riguarda la quota capitale non  gli è sembrato poi  così elevato.

Questo perchè   , così come previsto dall’accordo ,dovrebbe pagare gli interessi  dell’anno di mutuo sospeso  come da piano ammortamento iniziale che , nel suo caso ,rappresentano una quota consistente quasi simile a quella capitale da sospendere.

A quel punto mi ha chiesto un parere che naturalmente ho dato .

Al mio rientro in ufficio , ho fatto due  simulazioni  ipotizzando  un Mutuo di  € 500.000 a 15 anni

La prima ipotesi  con un primo pagamento al 31 gennaio 2008   con rata di € 4.032,55 mensile così come segue ,

Prima ipotesi :

moratoria-debiti-simulazione-sospensione-rata-mutuo1

L’azienda in questa maniera  si troverebbe a pagare   € 23.785,43 contro  € 24.605,12  di capitale sospeso che slitterà  in avanti per un periodo pari a quello spostato , capitale sul quale poi  saranno ricalcolati gli interessi .

La seconda ipotesi  la inserisco nel prossimo post.

Dunque  la valutazione  va fatta anche sulla durata e sul momento in cui ci troviamo quando chiediamo la sospensione del debito .

Ti aspetto nel prossimo post
Fammi sapere il tuo parere ,mi farebbe piacere, lascia il tuo commento .

Ciao Patrizio Gatti

===========================================

Ti è interessato questo articolo?

Ricevi i continui aggiornamenti sulla gestione aziendale Iscrivendoti gratuitamente alla nostra Newsletter

Iscriviti subito e ricevi anche un Omaggio

Nome:
Email:
Rispettiamo la tua privacy e detestiamo lo spamming quanto te: il tuo indirizzo non sarà comunicato, ceduto o prestato a NESSUNO. Ogni e-mail di aggiornamento conterrà un link da cui potrai cancellarti facilmente e con un solo click.
Consenso al trattamento dei dati personali e sensibili ai sensi del T.U. Privacy (D.Lgs. 196/03).

===========================================


Per rimanere aggiornato con questo blog iscriviti ai Feed RSS

Diventa Fan su Facebook alla ns. pagina “Mondo d’impresa “

Share

2 comments

  1. Gian Piero Turletti

    Si deve fare appunto attenzione a calcolare non solo la quota in conto capitale, ma anche gli interessi, in quanto questi continuano ad essere corrisposti sul capitale, il cui rimborso è sospeso.
    Solo da un’attenta analisi dei conti, si comprenderà la convenienza a proporre rischiesta di sospensiva.

  2. Pingback: Sospensione debiti bancari !!Come valutare se per la tua azienda conviene richiederla | Plan Consulting di Patrizio Gatti

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I link nei commenti potrebbero essere liberi dal nofollow.