Quali sono i Vantaggi per le reti d’impresa?

Reti d’ impresa……i vantaggi !!!

Nei post precedenti abbiamo parlato di argomenti di grande attualità, le Reti d’ Impresa ed il  Contratto di Rete.

Stamani vorrei completare l’ argomento vedendo un po’ più nel dettaglio i vantaggi concreti della partecipazione ad una Rete.

L’ art.42, comma 2, del D.L.31.05.2010, n.78 specifica che, ai partecipanti alla Rete, si applicano dei vantaggi di natura:
–    fiscale
–    amministrativa
–    finanziaria

L’ agevolazione fiscale consistente nella sospensione d’imposta della quota di utili di esercizio accantonati ad apposita riserva e destinati alla realizzazione di investimenti previsti nel programma di Rete. L’ agevolazione non potrà eccedere un milione di euro.

Contabilmente, l’agevolazione, è concretizzata in un accantonamento a una specifica riserva, di cui deve essere data informazione nella Nota Integrativa.

Operativamente, l’agevolazione è usufruibile esclusivamente in sede di versamento del saldo delle imposte sui redditi dovute per il periodo di imposta relativo all’esercizio cui si riferiscono gli utili destinati al fondo patrimoniale e non dovrà tenersi conto in sede di calcolo e versamento degli acconti nel corso dei periodi di imposta successivi.

La convenienza fiscale non è certo il principale motivo dell’ unione tra aziende ….ci sono anche vantaggi amministrativi e finanziari.
Per quanto riguarda i  benefici amministrativi le imprese aderenti possono intrattenere rapporti con le pubbliche amministrazioni e con gli enti pubblici, anche economici, ovvero dare avvio presso gli stessi a procedimenti amministrativi.

Possono inoltre accedere, sulla base di apposita convenzione, alle banche dati formate e detenute dalle pubbliche amministrazioni e dagli enti pubblici.

Sul fronte finanziario, in periodi di crisi come questi dove le banche hanno stretto maggiormente i rubinetti, è più semplice ed agevole l’ accesso al credito per le PMI che fanno aggregazione tramite il contratto di Rete….le aziende in rete sono finanziariamente più forti, a ciò si aggiunga anche la possibilità di stipulare convenzioni con l’A.B.I nei termini definiti con decreto del Ministro dell’economia e delle finanze.

Se a tutto ciò si aggiunge maggiore competitività, maggiore forza attuale sul mercato di riferimento, possibilità di internazionalizzazione, possibilità di investire in ricerca ed innovazione…..l’ unione pare assolutamente conveniente.

Per rimanere aggiornato con questo blog iscriviti ai Feed RSS

E tu cosa ne pensi ? Lascia il tuo commento

A cura di Dott.ssa Alessandra Gervasi Ufficio Finanziamenti Plan Consulting

===========================================

Ti è interessato questo articolo?

Ricevi i continui aggiornamenti sulla gestione aziendale Iscrivendoti gratuitamente alla nostra Newsletter

Iscriviti subito e ricevi anche un Omaggio

Nome:
Email:
Rispettiamo la tua privacy e detestiamo lo spamming quanto te: il tuo indirizzo non sarà comunicato, ceduto o prestato a NESSUNO. Ogni e-mail di aggiornamento conterrà un link da cui potrai cancellarti facilmente e con un solo click.
Consenso al trattamento dei dati personali e sensibili ai sensi del T.U. Privacy (D.Lgs. 196/03).

===========================================


Diventa Fan su Facebook alla ns. pagina “Mondo d’impresa “

Share

2 comments

  1. Pingback: Reti d’impresa e aggregazioni !Il meccanismo stenta a decollare? | Plan Consulting di Patrizio Gatti

  2. Pingback: Reti d’Impresa:sara’ la svolta per tante piccole e medie aziende? | Reti d'Impresa

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I link nei commenti potrebbero essere liberi dal nofollow.