Fondi di garanzia per ristrutturazioni del debito! e se non hai i rating buoni?

LE MISURE ANTICRISI SONO SOLO PER POCHI O ALMENO NON PER TUTTI ?

“Le banche italiane – lo dimostra l’ultima tornata di trimestrali – continuano a macinare utili. Inossidabili nonostante la crisi finanziaria.” (Fonte www.libero-news.it)

Grazie a cosa? Grazie anche al Ministro del Tesoro arrivato giusto in tempo con i Tremonti bond a dare loro un po’ di ossigeno.

tremonti-bond-ossigeno-per-credito-bancario
E per i piccoli???

Con l’estendersi della recessione dei consumi, molte piccole imprese artigianali e commerciali sono in crisi di liquidita’,  ma almeno per chi  dimostra delle potenzialita’  future,  e’  opportuno cercare di ristrutturare il debito  verso forme di finanziamenti  a medio-lungo termine per riavere un pò di respiro.

Basta guardare in giro nel web puoi notare che in questi ultimi giorni si sono moltiplicate le azioni a sostegno del credito bancario per aiutare le imprese .

A partire dal comitato di gestione del Fondo di Garanzia che il 9 aprile ha deliberato,

l’incremento del plafond per impresa a 1,5 milioni di euro nell’ambito delle nuove misure anticrisi varate dal Governo che prevedono la possibilità di ottenere finanziamenti a medio termine con garanzie dello Stato, per arrivare a molte Istituzioni locali (Provincie, Comuni e Camere di Commercio)  che stanno preparando o hanno preso provvedimenti tesi a sostenere l’accesso al credito delle PMI soprattutto mettendo a disposizone fondi per i consorzi di garanzia per favorire quelle imprese che necessitano di una ristrutturazione del debito o di un sostegno agli investimenti.

E i Tremonti Bond che sono uno strumento come abbiamo visto per dare una boccata d’ ossigeno alle banche in difficoltà ,porteranno gli Istituti a finanziare adeguatamente le imprese e famiglie ??

RIMANE SOLO UN FATTO E………. SEMPRE IL SOLITO.

MA  A CHI VENGONO DATI QUESTI SOLDI ?

ALLE IMPRESE MERITEVOLI  CIOE’ CON RATING BUONI, O SI DIMINUISCE ANCHE I RANGE DEI RATING ??

Quasi ogni giorno sono a trattare condizioni, finanziamenti per miei clienti ed ho molti conoscenti bancari per i quali ho molta stima e rispetto , ma non ho ancora sentito nessuno dire che il Sistema Bancario finanziarà chi è in difficoltà nonostante abbia un passato senza pecche o abbia piani di sviluppo futuri interessanti , se nel momento che chiede i soldi non ha capitale  a garanzia , gli indici di bilancio giusti e i redditi buoni dell’anno prima .

E TU COSA NE PENSI?

Per ricevere le nostre  novità e gli aggiornamenti  iscriviti alla ns. newsletter

Per rimanere aggiornato con questo blog iscriviti ai Feed RSS

Iscriviti al mio gruppo su Facebook

Ciao ,aspetto il tuo commento , fammi sapere cosa ne pensi

Patrizio Gatti

Share

8 comments

  1. Gian Piero Turletti

    Non mi risulta, a tale proposito, che la concessione dei vari aiuti alle banche sia stata asubordinata ad un allentamento, da parte di queste, dei cordoni del credito.

    A quanto pare, gli istituti rimangono liberi ed autonomi nel decidere se accordare credito, a chi accordarlo, e sulla base di quali rating.

  2. Pingback: Euribor a tre mesi ancora giu’! Le banche italiane dovrebbero allineare i tassi all’Europa | Plan Consulting di Patrizio Gatti

  3. Pingback: Aziende-finanziamenti !!! Con le misure anticrisi una boccata d’ ossigeno a tutte le imprese ? | Plan Consulting di Patrizio Gatti

  4. Pingback: Impresa in crisi:Porte in faccia dal sistema bancario-Una testimonianza reale | Plan Consulting di Patrizio Gatti

  5. Pingback: Crisi finanziaria?Azienda riceve le porte in faccia dalla banca-Una testimonianza | Crescita Attiva-Personale e Aziendale

  6. Pingback: Utili Buoni- Poca liquidità - Avventure di una piccola azienda che chiede credito alla Banca | Crescita Attiva-Personale e Aziendale

  7. Pingback: Piccola impresa:aumenta il fatturato,diminuisce la liquidita’!!E la banca?? Prima Parte | Plan Consulting di Patrizio Gatti

  8. campeggi tropea

    a chi bisogna credere? Cmq ottimo articolo davvero interessante, faccio un giro per il blooog, ciao.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I link nei commenti potrebbero essere liberi dal nofollow.