STOP-Al Via la”Sospensione del pagamento delle rate di Mutui e Leasing”

Come era stato annunciato anche in un ns. precedente articolo sembrerebbe  che il nodo è stato sciolto

stop-ai-debiti-moratoria-12-mesi-mutui-leasing

Le banche hanno firmato l’accordo per  la  MORATORIA  – STOP dei debiti per le imprese verso le Banche per 12 mesi?

Prendo come spunto quasi integralmente la comunicazione uscita  stasera alle   ore 21:22   su www.ansa.it e per ora mi limito a riportare solo la notizia per i commenti e cosa succederà ci saranno  altri post .

Questi i capisaldi  principali del testo della moratoria dei crediti che le banche vantano nei confronti delle aziende.

Dodici mesi di sospensione del pagamento della quota capitale delle rate di mutui e leasing, ma anche un prolungamento a 270 giorni delle scadenze riguardanti i crediti a breve.

======================================

Fonte www.ansa.it

” E’ stato siglato a Milano l’accordo tra Abi e organizzazioni imprenditoriali che prevede, tra le altre cose, la moratoria per la restituzione dei crediti alle aziende. Presente il ministro dell’Economia Giulio Tremonti.

”L’avviso comune”, oggetto dell’accordo, prevede la ”sospensione dei debiti delle piccole e medie imprese verso il sistema creditizio – si legge in una nota -, con la sospensione per 12 mesi del pagamento della quota capitale delle rate di mutuo, del pagamento della quota capitale implicita nei cambi di leasing immobiliare e mobiliare e l’allungamento a 270 giorni delle scadenze del credito a breve termine per sostenere le esigenze di cassa con riferimento alle operazioni di anticipazione su crediti certi ed esigibili”.

Dodici mesi di sospensione del pagamento della quota capitale delle rate di mutui e leasing, ma anche un prolungamento a 270 giorni delle scadenze riguardanti i crediti a breve. Questi i cardini principali del testo della moratoria dei crediti che le banche vantano nei confronti delle aziende.

Un “avviso comune” che vuole rappresentare una vera e propria ‘boccata d’ossigenò per il sistema produttivo italiano, e soprattutto le Pmi, messo in ginocchio dalla crisi. Le disposizioni dovrebbero entrare subito in vigore. Gli istituti di credito avranno 45 giorni di tempo per aderire e ci sarà la possibilità di presentare domanda di moratoria fino al 30 giugno 2010. Il provvedimento – che si articola in 10 punti principali – é da intendersi “di natura straordinaria” e “limitato nel tempo” e prevede meccanismi di selettività. Sarà quindi applicato a imprese sane e con “un’adeguata prospettiva economica”.

L’avviso comune, comunque, fisserà una sorta di denominatore per il comportamento delle banche, che non impedirà poi ai singoli istituti di credito di andare oltre, di fare di più, per venire incontro alle aziende alle prese con difficoltà di pagamento. Il principale nodo che rimaneva da sciogliere – e che nella bozza del testo sembra apparire superato – è quello dei crediti a breve termine.

Ora, con l’ok di banche e imprese, potrebbero essere previste “operazioni di allungamento a 270 giorni delle scadenze del credito a breve termine per sostenere le esigenze di cassa” con riferimento alle “operazioni di anticipazione su crediti certi ed esigibili”.

======================================

Per ricevere le nostre  novità e gli aggiornamenti generali   iscriviti alla ns. newsletter

Per rimanere aggiornato con questo blog iscriviti ai Feed RSS

E tu cosa ne pensi ?

ciao Patrizio Gatti

Share

25 comments

  1. Gian Piero Turletti

    Emergono, a mio avviso, due criticità,almeno secondo quanto riportato dalle varie news, che è opportuno sottolineare.

    Intanto, occorre vedere quali e quanti istituti di credito aderiranno all’accordo quadro che, non dimentichiamolo, non è vincolante se non per coloro, appunto, che lo accetteranno.

    Altra criticità, tutt’altro che secondaria, ed anzi, forse ancora più rilevante della prima, riguarda il seguente punto: a quali aziende verrà consentita la moratoria.
    E’ infatti evidente che quest’ultima dovrebbe serivre sopratutto ad imprese che si trovano in difficoltà, ma sembrerebbe riguardare proprio quelle i che, invece, potrebbero averne meno bisogno.

  2. Patrizio Gatti

    ciao Gian Piero, hai fatto bene ad evidenziare le criticità , sono cose che abbiamo osservato anche nei precedenti articoli. In effetti ora c’è davvero da vedere chi ne beneficierà , sennò siamo sempre a ridirci le solite cose cioè che viene aiutato chi non ne ha effettivamente bisogno.
    ciao Patrizio

  3. sonia Giordano

    belle parole…..vorrei sapere la data precisa entro quale le banche devono dichiarare se aderire oppure no alla moratoria…..spero abbian o contemplato una data certa. Come al solito gli istituti bancari fanno solo i loro interessi e ne ho ancoa avuto prova due giorni fa ………poi vi racconterò……….e mi viene spontaneo chiedermi sulla base di cosa verremo valutati per “essere azienda con una adeguata prospettiva economica ” se non ci sono prospettive lavorative ????? certo che se era complicato prima figurati adesso
    Saluti Sonia

  4. Patrizio Gatti

    ciao Sonia ,Gli istituti di credito avranno 45 giorni di tempo per aderire-
    Raccontaci pure la tua storia, mandamela se vuoi anche via e mail e se ritieni si può valutare se pubblicarla nel blog come ho fatto per altri amici lettori.
    ciao Patrizio

  5. ugo bernasconi

    Buongiorno volevo suggerire a chi vuole veramente fare sentire la propria voce di visitare il sito di IMPRESECHERESISTONO. Grazie per l’attenzione

  6. Patrizio Gatti

    ciao Ugo grazie per l’interessante segnalazione
    ciao Patrizio

  7. max

    qualcuno ha un facs simile per la richiesta da inoltrare ai leasing oppure possiamo fare una lettera
    semplice con i riferimenti ai dati del contratto ???

    grazie

  8. Patrizio Gatti

    ciao Max,
    dopo aver verificato se il leasing ha aderito all’accordo il consiglio è chiedere direttamente al LEASING , al momento non ho esempi di fac simile di modulistica .
    ciao Grazie
    Patrizio

  9. floriano

    Ciao Patrizio,io ho fatto una lettera semplice in triplice capia,ora la porto alla mia banca poi ti saprò dire. cia Grazie

  10. Patrizio Gatti

    Ciao Floriano grazie per il commento e per l’informazione-
    Aspetto allora tue notizie , ciao Patrizio

  11. ugo bernasconi

    Buonasera Patrizio, secondo la sua esperienza chi aderirà alla moratoria verrà classificato a sistema con qualche nota negativa ?
    Grazie per la risposta e cordialità

  12. Patrizio Gatti

    ciao Ugo , diamoci pure del Tu , grazie per i tuoi commenti- Purtroppo per ora è solo una sensazione ,in quanto questo per ora a ME non è ancora chiaro – Non sarà una nota negativa ma potrebbe essere un segnale per chi ha bisogno di altro credito e in sostanza si dichiara” Attenzione ho chiesto la moratoria perchè fatico a pagare “-
    A questo punto il finanziatore cosa farà??
    Ti confesso che non vedo l’ora di avere le idee un pò più chiare appena gli Istituti ci diranno qualcosa di più preciso .
    Comunque bella osservazione la tua altro punto di riflessione .
    ciao Patrizio

  13. Gian Piero Turletti

    Personalmente, credo di poter intuire questo.

    Cosa sarebbe successo alle imprese in difficoltà, senza moratoria?
    Anche un’indicazione di sconfinamento in centrale rischi.
    Sembrerebe, quindi, che la moratoria abbia, tra l’altro, l’eventuale scopo di evitare siffatte segnalazioni in C.R. e, quindi, note negative.

  14. Pingback: Come chiedere di aderire alla Moratoria sul Credito delle imprese??? | Plan Consulting di Patrizio Gatti

  15. floriano

    ciao Patrizio,questa mattina la mia banca mi a detto che la legge non’è ancora passata,tu cosa mi dici,è passata o è ancora posteggiata in qualche cassetto ???????????

  16. Patrizio Gatti

    Floriano , credo che ciò che ti è stato detto sia poco corretto , in quanto la Moratoria non è Legge ma un accordo – Il fatto per la Banca di aderire o no quella è un’altra cosa probabile che intendevano dire ,oppure che non hanno ancora disposizioni interne su come muoversi .
    Floriano non mollare , l’unica cosa che ti può fare desistere è se la tua banca non aderisce alla Moratoria ,allora c’è da prendere altre vie .
    Ciao grazie , e tienici aggiornati ci fai piacere. ciao Patrizio

  17. Pingback: Aziende:Corsa alla Moratoria dei crediti delle banche verso le imprese | Plan Consulting di Patrizio Gatti

  18. Pingback: Moratoria dei debiti bancari-ecco il modulo!!! | Plan Consulting di Patrizio Gatti

  19. floriano

    Ciao Patrizio,come pensavo alla presa ingiro della moratoria,questa mattina mi chiama la mia banca e dice, che la mia domanda viene respinta,perchè quei leasing anno avuto agevolazioni dell’artigian cassa,vorrei sapere chi a suo tempo non a chiesto quelle agevolazioni,io peso tutti,cosa dobbiamo fare?ciao Patrizio

  20. Patrizio Gatti

    ciao Floriano grazie dell’informazione mi dispiace per la tua richiesta non andata a buon fine- Purtroppo è a discrezione della banca che deve fare la sua istruttoria quindi per tanti che questo accordo potrebbe fare del bene la strada è molto in salita
    ciao Patrizio

  21. ugo bernasconi

    Buonasera Patrizio, buonasera Giampiero

    Tutti in questi giorni bussano alle porte dei politici per far pressione sul mondo bancario, volevo proporre la seguente riflessione, ma non sarà più probabile che sia il mondo bancario a far pressione sulla politica ? Difatti le leggi che disciplinano il sistema creditizio non vengono cambiate da almeno due anni.
    E le banche per fare utili si dedicano alla finanza trascurando evidentemente il credito commerciale, cordialità

  22. laura

    Salve a tutti, in merito alla moratoria sui debiti, voglio far notare che il modulo per la richiesta viene debitamente cambiato a discrezione degli istituti bancari. Mi è capitato di vedere moduli ove si richiede di dichiarare cose possibilmente mendaci, tipo di non avere debit arretrati con fornitori o inps o inail…quasi non si tenesse in considerazione il fatto che un azienda in crisi di liquidità probabilmente qualche arretrato ce l’ha. Oppure, si richiede di autorizzare la banca a far decadere i benefici della moratoria sullo spostamento di 270 giorni sul credito commerciale, qualora il portafoglio si deteriori a causa di insoluti, oltre ad autorizzare l’istituto ad accettare o meno nominativi a loro non graditi. L’accordo prevede che anche qualora vi siano insoluti, lo stesso non inficia in alcun modo lo spostamento del credito dello stesso nominativo, così ho inteso.Fate molta attenzione dunque, non firmate cose che possono dare occasione alle banche di non concedere i benefici concordati con l’abi.

  23. Patrizio Gatti

    Grazie Laura per l’informativa , sicuramente prendiamo il tuo consiglio e invito sulla base del tuo commento anche tutti coloro che hanno espeerienza in merito a lasciare la loro testimonianza-
    ciao Patrizio

  24. Cesare Affaitati

    1) mi hanno detto che la moratoria è applicabile solo se il debito risulta essere superiore a 50000,oo euro….?
    2) vorrei sapere se è applicabile ai liberi professionisti, tipo i medici con studi privati che hanno partita iva e hanno leasing sui macchinari per svolgere la professione.
    3) ancora non ho capito che documenti servono da presentare.
    Grazie siete importanti.

  25. Patrizio Gatti

    Ciao Cesare benvenuto su questo blog-

    Non mi risulta tale limite che dici tu almeno ufficialmente
    Possono usufruire della Moratoria Le PMI che rientrano nella definizione
    Ue: non devono avere più di 250 dipendenti e un fatturato di 50 milioni
    di euro (o con un totale degli attivi di bilancio fino a 43 milioni).
    Le imprese dovranno essere “in bonis”, perciò non dovranno avere
    al 30 settembre 2008 sofferenze, partite incagliate, ristrutturate o scadute,
    oppure rate non pagate o solo parzialmente non rimborsate da non più
    di 180 giorni dalla presentazione della domanda,
    Ovvero tutte le imprese
    che hanno difficoltà temporanee ma che possono dimostrare di avere una continuità.
    Per quanto riguarda la documentazione intanto prova a guardare questo articolo http://planconsulting.it/blog/ebook/moratoria-dei-debiti-bancari-ecco-il-modulo/ e scarica il modulo standard previsto dall’ABI ,poi rivolgiti alla tua banca o al leasing per fare la domanda , naturalmente verificando che questi Istituti abbiano aderito all’accordo .
    grazie per il tuo commento
    ciao Patrizio

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I link nei commenti potrebbero essere liberi dal nofollow.