Eliminare i tempi non produttivi! Imperativo per favorire la motivazione e ridurre gli sprechi !!!

Circa 15 giorni fa mi trovavo in una impresa  manifatturiera ed ero in sala d’aspetto ad attendere il titolare .

Poichè egli era  in ritardo , io osservavo dalla finestra ciò che avveniva nel reparto di produzione.

pensare-snello-produzione-snella-toyotismo-elininazione-sprechi
Mentre guardavo l’officina,  mi è caduto  l’occhio su due lavoratori  che stavano operando su due macchinari diversi. I due  parlavano  tra di loro e uno lavorava senza  staccare gli occhi dal macchinario al quale era affidato .L’altro lavoratore  era completamente girato con le spalle al macchinario a parlare con il compagno, e questa  conversazione è durata circa  15 minuti  .

Faccio il colloquio con il proprietario dell ‘Impresa   durato circa mezzora e mentre sto uscendo dalla sala , guardo nuovamente in officina e  mi si ripresenta la solita scena.

Allorché incuriosito chiedo ad un capotecnico spiegazioni sui macchinari , tutti e due di nuova fabbricazione e innovativi.


Senza fare giudizi chiedo al capotecnico se secondo lui sarebbe possibile spostare i due macchinari e farli gestire in maniera più efficiente  .

Lui mi risponde che potrebbe essere possibile ridurre il tempo dedicato al controllo di quel macchinario per almeno per il 40% della lavorazione  in quanto per buona parte della  lavorazione , l’apparecchiatura supertecnologica e sicura , in certi momenti non  aveva assolutamente bisogno di avere una persona a controllarla.

Si trattava solo di organizzare meglio i tempi della produzione .
A quel punto  gli ho chiesto: << non  sarebbe meno costoso  per l’azienda e più motivante per la persona addetta spostare il 40%  del tempo che dedica al macchinario ,su altra lavorazione ?>>

Lui , con le dita sotto il mento dopo aver riflettuto  qualche secondo, mi dice :” In effetti hai ragione ne parlerò con i miei superiori”.

Prendendo  spunto da quanto insegnava Taiichi Ohno ,il padre del Sistema di Produzione Toyota dal quale deriva la Produzione Snella  , il fatto di avere macchine innovative non fa ridurre i costi se il lavoro non è ben razionalizzato e  organizzato .

Staremo a vedere cosa sarà risposto al capotecnico …..

E tu cosa ne pensi ? Lascia il tuo commento

Per rimanere aggiornato con questo blog iscriviti ai Feed RSS

===========================================

Ti è interessato questo articolo?

Ricevi i continui aggiornamenti sulla gestione aziendale Iscrivendoti gratuitamente alla nostra Newsletter

Iscriviti subito e ricevi anche un Omaggio

Nome:
Email:
Rispettiamo la tua privacy e detestiamo lo spamming quanto te: il tuo indirizzo non sarà comunicato, ceduto o prestato a NESSUNO. Ogni e-mail di aggiornamento conterrà un link da cui potrai cancellarti facilmente e con un solo click.
Consenso al trattamento dei dati personali e sensibili ai sensi del T.U. Privacy (D.Lgs. 196/03).

===========================================


Diventa Fan su Facebook alla ns. pagina “Mondo d’impresa “

Share

2 comments

  1. Stefano Manzotti

    Esatto, si devono eliminare le inefficienze per eliminare i tempi non produttivi.

    Oggi per essere competitivi è essenziale buttare un’occhio soprattutto su questi fattori.

    Un saluto.

    STEFANO MANZOTTI

  2. Patrizio Gatti

    Ciao Stefano , grazie per il commento. In effetti è così ,non sempre è facile applicare tali principi ma laddove sono applicati si vedono poi i risultati.
    Ciao Patrizio

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I link nei commenti potrebbero essere liberi dal nofollow.