Posts Taged decreto-anticrisi

Tremonti-ter:Limitazioni! Gli sgravi fiscali non si applicano al reddito da lavoro autonomo?

tremonti-ter-sgravi-fiscali-aziende-no-al-lavoro-autonomo

Limitazioni per la Tremonti-Ter?

Gli sgravi fiscali previsti nel Decreto anti-crisi non si applicano al reddito da lavoro autonomo.

E’ una versione più ristretta rispetto alla vecchia Tremonti-bis che si applicava a tutti i soggetti titolari di redditi qualificabili ai fini fiscali come redditi d’ impresa, indipendentemente dalla loro natura giuridica.
La nuova Tremonti ha fatto fuori i lavoratori autonomi, che non potranno godere del beneficio, a meno di revisioni della norma.
Il beneficio non opererà quindi ai fini Irap, per il quale si avrà solo un impatto indiretto dovuto alla crescita degli investimenti e degli introiti dei produttori.
Altra importante limitazione consiste negli investimenti ammissibili.

Share
Read More

Mutui,Leasing,Scoperti di conto:congelamento? Il Nodo?Convincere le BANCHE

Stamani appena ho acceso il notiziario sul TG5  ho sentito  che Il ministro Tremonti annunciava che  era al vaglio  una proposta  per le  banche per  congelare per un anno il pagamento della quota capitale dei debiti bancari delle imprese .

In ufficio ne ho parlato con  la collega Alessandra la quale ne ha fatto un semplice articolo che ti propongo, sperando che per le imprese che ne hanno VERAMENTE bisogno , tutto ciò venga fatto  al più presto  .

Rimanendo quindi in attesa di ulteriori sviluppi ti auguro buona lettura ciao

=============================================================

nodo-centrale-banche-congelamento-debiti-scoperti-conto-corrente


Proprio in questi giorni il Governo sta lavorando su importanti novità da introdurre nel Decreto anticrisi.

La moratoria sui debiti delle aziende che congelerebbe mutui e leasing per un anno, ma si parla anche di scoperto di conto e smobilizzo di fatture, è sempre più vicina.
Il nodo centrale è convincere le banche a non esigere i pagamenti per un anno, in cambio il governo, che media tra imprese e banchieri, promette un “bonus fiscale” sulle perdite per gli istituti di credito.

Per Tremonti la priorità è che le imprese siano messe nella condizione di superare la recessione.

La bozza a cui si sta lavorando prevede infatti che le aziende paghino soltanto gli interessi sui loro debiti e non la quota di capitale da restituire.

Un espediente questo, per alleggerire il peso della crisi soprattutto per le piccole e medie imprese che sono più vulnerabili in caso di eccessivo indebitamento e scongiurare ripercussioni sull’ occupazione.
Allo studio del governo anche l’ ipotesi di una detassazione degli aumenti di capitale sempre allo scopo di rafforzare la solidità delle imprese.

Per ricevere le nostre  novità e gli aggiornamenti generali   iscriviti alla ns. newsletter

Per rimanere aggiornato con questo blog iscriviti ai Feed RSS

E tu cosa ne pensi ,fammi sapere le tue impressioni con un commento

A cura di Dott.ssa Alessandra Gervasi Ufficio Finanziamenti Plan Consulting

Share
Read More