rating

Ti è mai capitato di sentirti dire che la Tua azienda è Sottocapitalizzata ?

Sei titolare di un’azienda individuale, snc, o sas ?  Ti hanno mai detto che la Tua impresa è sottocapitalizzata oppure ha il capitale netto negativo?

Nel video qui sotto, parlo del capitale netto negativo, che molte volte si trova nelle società di persone o ditte individuali, e ciò penalizza l’azienda da un punto di vista della valutazione del merito creditizio che applica la Banca con il punteggio di Rating

 

Share
Read More

Attento a trascurare il punteggio di Rating soprattutto se prevedi di chiedere un finanziamento!!!

Una imprenditrice di nome L., che ha una piccola azienda  artigiana in Toscana, sta cercando di mandare avanti l’azienda di famiglia che negli anni passati ha accumulato debiti, soprattutto a breve termine  verso le banche,(fidi utilizzati di conto corrente),  e verso i fornitori.

Negli ultimi anni la Società di L. ha invertito la tendenza passando dall’avere una leggera perdita dell’1% sul volume d’affari ad avere un utile netto del 3 % sul fatturato.

L’imprenditrice mi chiama e mi chiede aiuto poiché si rende conto che i debiti si fanno sempre più pressanti.

Faccio un analisi dei bilanci , e vedo che gli indici di solvibilità hanno un risultato negativo.

Per esempio l’indice di liquidità secco o acid test,  dal quale si vede se l’azienda è in grado di far fronte in ogni momento ai debiti a breve con le sole liquidità facilmente realizzabili, che dovrebbe essere almeno 0,7-0,8 , nel nostro caso era 0,4.

Share
Read More

Perché in alcuni casi, aumentano gli utili e diminuisce il Rating ? E’ possibile?

Non è sempre scontato che se aumenti l’utile hai un punteggio di rating migliore . Questo esempio è uno dei casi possibili. Guarda il video :

Share
Read More

Come tenere sotto controllo il Rating Aziendale ?

Come fare per tenere sotto controllo il Rating Aziendale? Guarda il Video Qui sotto:

Share
Read More

Come migliorare la gestione finanziaria con la pianificazione ? Ecco un esempio!

Come migliorare la gestione monetaria con la pianificazione ? Ecco un esempio guarda il video qui sotto :

 

 

Share
Read More

Buon 2017 , con i post più letti nell’utimo anno nel mio Blog !!!

Anche per quest’anno non poteva mancare la classifica dei 5 post più letti in questo mio blog sul controllo di gestione aziendale , nel 2016 :

Eccola:

Share
Read More

Da Basilea 2 a Basilea 4 : Dalle porte in faccia, al cambio di rotta delle imprese verso le Banche!

Oggi mentre stavo mettendo a posto  alcune scartoffie , mi è ricapitato in mano un articolo del quotidiano “ La Nazione “ pubblicato nell’ottobre 2006,  dove appare una mia intervista dal titolo “ Accesso al credito soltanto per meriti “.

Ho riletto l’articolo , e sono ritornato indietro di dieci anni . Ho cercato di leggerlo con distacco e devo dire che alcune cose si sono avverate e si sono rivelate corrette, ma altre invece si sono svelate poco realistiche , in quanto non è stato applicato dal sistema bancario  ciò  che avevo studiato  e ascoltato in alcuni corsi di formazione , ed era ciò che credevo a quel tempo.

Sinceramente non prevedevo gli effetti devastanti della crisi e il comportamento discutibile che hanno applicato le Banche nei confronti delle imprese e soprattutto dei piccoli imprenditori e piccoli professionisti, chiudendo loro nel momento del bisogno, le porte in faccia,  spesso contribuendo a portarli  alla rovina.

Si, proprio a quegli imprenditori e quei professionisti che prima del 2008 venivano corteggiati dai funzionari bancari per aprire i conti sbf, anticipi, i fidi e i finanziamenti,  sono stati invece scaricati nel peggiore dei modi quando sono diminuiti i fatturati e sono fioccati gli insoluti.

Share
Read More

Troppi Interessi passivi ? Cosa fare per non fare ” Ingrassare ” le Banche?

Riprendo il post precedente “Troppi Interessi bancari ? Come trovare un Indicatore utile all’Azienda anche senza essere esperti! ” nel quale avevo introdotto sulla base di due esempi reali quale è l’importanza di controllare l’indice di incidenza degli oneri finanziari che si calcola :

 

Incidenza Oneri Finanziari in % = (Oneri Finanziari /Fatturato ) x 100

 

Come e cosa si doveva fare per non buttare via soldi e regalarli alle banche?

 

Per prima cosa viene logico e spontaneo dire di andare a ricontrattare le condizioni applicate dagli istituti di credito .

La questione non era impossibile , ma era abbastanza difficile, in quel momento,  per entrambe le società , perché tutte e due avevano rating ai limiti della sufficienza .

Perché le aziende non avevano una buona valutazione Bancaria (Rating) ?

 

Share
Read More

Troppi Interessi bancari ? Come trovare un Indicatore utile all’Azienda anche senza essere esperti !

“Occorre partire dal sintomo (importo elevato di interessi passivi) ma serve andare a fondo del perché ci sono questi importi “

 

La scorsa primavera  mi  sono ritrovato in un caso aziendale simile ad uno che mi era capitato qualche anno fa.

In pratica i  Titolari di due  Aziende,  una appartenente al settore commercio (Azienda A ), e l’altra al settore metalmeccanico (Azienda B),  diverse oltre che per la tipologia del settore di appartenenza anche per dimensione e per volume d’affari, mi hanno contattato poiché si erano accorti che le loro aziende  avevano troppe spese ed interessi bancari e quindi volevano diminuire quei  costi  che secondo loro erano  notevoli .

In effetti l’importo dei costi finanziari a prima vista poteva sembrare alto,  ma poi,  guardando il rapporto in percentuale

 

(Oneri Finanziari /Fatturato ) x 100 

 

Share
Read More

Troppi prodotti in magazzino: Miglioramento Utili, Vendite assicurate o Diminuzione di Liquidita’ ?

Prendo spunto da un’articolo pubblicato anni fa per riprendere una tematica sempre attuale.  Gli effetti della sovrapproduzione sulla liquidità e sulla gestione aziendale.

Un’azienda di produzione con circa 40 dipendenti mi ha incaricato di effettuare una analisi di bilancio con il calcolo dello scoring finanziario .

Da anni l’azienda produce una certa quantità di componenti ed ha sempre avuto i magazzini con un numero sufficiente di prodotti per soddisfare nel più breve tempo possibile le esigenze della clientela.

All’azienda non è mancato nel tempo un buon utile che ha permesso negli anni di creare un congruo capitale netto aziendale.

Share
Read More